09/06/2016
POPOLARE DI VICENZA. BISINELLA (FARE!): “DALLA POLITICA DEL TERRITORIO INCAPACITÀ O OMERTÀ?”

“La Banca d’Italia doveva vigilare e non l’ha fatto. Con una mozione noi di Fare! abbiamo già chiesto la verifica delle responsabilità e l’azzeramento dei vertici: aspettiamo risposte. O meglio, le pretendiamo, così come le meritano e le pretendono i cittadini risparmiatori truffati. Ma in merito al crac della Banca Popolare di Vicenza che ha messo sul lastrico un numero enorme di imprese e famiglie e sul fatto che illustri azionisti siano stati privilegiati, come si apprende ora dalle cronache, la politica del territorio, sia di centrodestra che di centrosinistra, non si era accorta di nulla?

Non lo sapeva, come oggi si evince dai documenti, che alcuni ‘fortunati’ erano riusciti a vendere le proprie azioni in fretta e furia giusto prima che il valore delle azioni della banca crollasse? Nessuno si era accorto di queste fortunate operazioni effettuate prima che la Bce le rendesse inattuabili? La politica non si è accorta e ha dormito, oppure era sveglia e ha chiuso semplicemente un occhio?”.

Così la senatrice di Fare! Patrizia Bisinella.