31/10/2015
CONTRIBUTI BLOCCATI, AGRICOLTORI MANIFESTANO A VERONA: SEN. BISINELLA (FARE!) PRESENTA INTERROGAZIONE: «AZIENDE A RISCHIO CHIUSURA»

VERONA – «Migliaia e migliaia di agricoltori veneti si trovano in grande difficoltà per la mancata erogazione dei fondi per l’anticipo della Domanda Unica 2015 della Pac, tanto che per il prossimo 20 novembre Azione Rurale ha deciso di organizzare una manifestazione in piazza Bra a Verona, invadendola di trattori, a cui intendo partecipare: nell’ottica di giungere con urgenza ad uno sblocco dei fondi che sono loro dovuti, ma ormai già da tempo attesi, ho presentato un’interrogazione al Ministro per le Politiche Agricole e Forestali». Lo afferma la senatrice di “Fare!” Patrizia Bisinella.

«Azione Rurale, in rappresentanza di centinaia di agricoltori, ci ha comunicato che senza i contributi su cui contavano di fare affidamento entro la metà di ottobre molte aziende agricole non potranno in molti casi nemmeno acquistare le sementi per la semina del raccolto del prossimo anno»,  spiega Bisinella. «La mancata erogazione dei contributi – continua – rischia di scatenare un effetto a catena dagli esiti potenzialmente molto dannosi, con aziende che non pagheranno altre aziende, le quali a loro volta si ritroveranno nell’impossibilità di far fronte ai loro impegni.

Sottolineo che la Domanda Unica rappresenta il più consistente contributo comunitario riservato al settore, non riceverlo in tempo potrebbe significare anche la chiusura per molte attività agricole. Con l’interrogazione, ma anche con un intervento diretto nell’Aula del Senato martedì prossimo, a sollevare la gravità del problema, intendo chiedere al Ministero quali azioni intenda intraprendere urgentemente per sbloccare i fondi attesi e se sia già stata adottata ogni misura utile a smuovere la Commissione Europea per raggiungere tale obiettivo di vitale importanza».