veronasocial

18/02/2018
IL PIL ITALIANO NON CRESCERA’ SENZA APPORTO DONNE

La  crescita del 2017 dell’economia italiana dell’ 1,4% è la conferma che l’Italia resta un Paese bloccato e poco importa che questo sia il dato migliore dal 2010 ad oggi. E’ la certificazione che la cura del Centrosinistra non ha funzionato dato che mancano ancora 5,7 punti percentuali per raggiungere la ricchezza pre-crisi.
«Se vogliamo uno sviluppo più consistente e duraturo – rimarca Patrizia Bisinella, candidata capolista per il Collegio proporzionale della Camera per
Noi con l’Italia-Udc –   bisogna che le donne abbiano un ruolo più incisivo nell’economia: non è ammissibile che ancora oggi oltre 120mila donne debbano lasciare lavoro e professioni perché diventate madri; che il tasso di occupazione  femminile in Italia sia al 49%  a fronte del 67.3% degli uomini; che le donne siano quasi il doppio degli “inattivi 15-64” anni rispetto agli uomini.

Abbiamo 9.9 milioni di donne inoccupate o disoccupate a fronte di 6.3 milioni di uomini.

Questo nonostante la sostanziale parità nella popolazione italiana: 31.1 milioni di cittadini donne e  29.4 milioni di maschi
La situazione dell’occupazione femminile italiana è drammaticamente statica, ferma ormai da anni ai livelli più bassi d’Europa: cambiare questo stato di cose sarà una delle priorità del prossimo Governo di Centrodestra».

16/02/2018
DA CIRCOSCRIZIONE E RESIDENTI OFFERTA SOLUZIONE ALL’AGSM PER VIA BENEDETTI

Arriva una proposta di soluzione alla crisi di via Pasqualino Benedetti, la via privata di Borgo Roma, cui è stato tagliato il servizio di illuminazione da parte di Agsm. Grazie al lavoro in circoscrizione del vicepresidente Floriano Rossi, del consigliere di circoscrizione Giancarlo Frigo, dell’avvocato Dianella Bertolaso (che rappresenta i residenti), e della capogruppo di Ama Verona in Consiglio comunale, Patrizia Bisinella, si è arrivati ad una proposta per ripristinare il servizio bruscamente interrotto dalla società dell’energia dopo 60 anni di erogazione.

I residenti hanno chiesto all’Agsm di provvedere all’installazione di un contatore dedicato per quantificare i consumi che verranno poi addebitati pro-quota ad ogni singola utenza presente in via Benedetti. «Una soluzione semplice, di buon senso – rimarca Patrizia Bisinella – che recepisce la disponibilità data, da sempre, dai residenti alla Multiutility comunale. Non si tratta infatti di “abusivi”: da tempo avevano comunicato la loro volontà di pagare il servizio. Speriamo adesso venga immediatamente accolta dall’Agsm cui chiediamo di riprendere immediatamente la regolare fornitura».

«C’è infatti un forte senso di insicurezza da parte degli abitanti  – sottolinea Floriano Rossi – : nella via risiedono persone anziane e portatori di disabilità. Rimanere al buio, per molte ore, in presenza anche di stabili vuoti, rappresenta oggettivamente un pericolo potenziale che va azzerato quanto prima. Già ci sono stati degli episodi di occupazione abusiva: non è il caso di perdere altro tempo».

Uff.stampa: 348 7355405